PSICOSEDUZIONE | Il tuo aspetto fisico non conta

E’ vero che noi esseri umani siamo qualcosa di più che semplici animali ma anche noi, proprio come loro, abbiamo i nostri “rituali d’accoppiamento”, infatti, se inviamo ad una donna i messaggi giusti e soprattutto conduciamo il nostro rituale di corteggiamento correttamente, possiamo coinvolgerla sessualmente (e anche romanticamente) con un’elevata possibilità di successo, perché sarà per così dire “obbligata” per natura a provare un certo grado di attrazione nei nostri confronti.

Di fatto, l’attrazione fisica non è una scelta logica e una donna può sentirsi attratta da chiunque indipendentemente dal suo aspetto fisico. Questo si deve ai meccanismi atavici che regolano l’impulso dell’attrazione sessuale, i quali lavorano prevalentemente a livello inconscio e vengono attivati da particolari stimoli ed input emozionali.

Ricordalo la prossima volta che ti relazioni con una donna, perché potrebbe fare tutta la differenza del mondo!

Non accontentarti perché meriti di più!

immagine-profilo-google-youtube

Bruno Sapelli (Esperto in Comunicazione verbale e non verbale).

CHI SONO E COSA FACCIO IN BREVE:

In qualità di Formatore, sostanzialmente mi occupo di facilitare i processi di Comunicazione interpersonale e come Pranoterapeuta, rendo di fatto, anche a livello energetico, più robusta e funzionale la relazione tra le persone, in famiglia, o in azienda.

COME PUOI CONTATTARMI:

Tel. +39 3479013343

E-mail:brunosapelliformatore@gmail.com

N.B. Inviando i Tuoi dati autorizzi espressamente il trattamento degli stessi ai sensi della legge D. Lgs 196/2003 e s.m.

P.S. Questo sito è contro lo spam e Tuoi dati verranno custoditi nel pieno rispetto della vigente normativa sulla Privacy e per nessun motivo verranno mai ceduti a terzi.

Annunci

PSICOSEDUZIONE | Rendere una donna dipendente a livello emotivo

Se vuoi fare innamorare una donna di te vuol dire che almeno una volta sei stato innamorato anche tu e conosci bene le sensazioni che si provano.

E’ infatti probabile che, pur non ricordandoti una beata cippa di ciò che lei diceva quando vi siete conosciuti, una volta rientrato a casa tua, ti sei ritrovato a ripetere in continuazione il suo nome nella tua mente, non riuscendo più a fare a meno di pensare a lei.

E’ vero o no, che sentivi un tale disperato bisogno di rivederla che ti faceva addirittura stare male fisicamente?

Questo accade sempre! E accade perché l’amore non ha niente a che fare con le parole che ci diciamo. Di fatto, non ci innamoriamo quando siamo in presenza del nostro bene amato ma al contrario è qualcosa che ci “capita” in sua assenza.

Sì, hai capito bene! Ho scritto proprio: “In sua assenza”!

Molti uomini credono erroneamente che per rendere una donna “emozionalmente” infatuata si debba parlarle in continuazione di specifici argomenti così le bombardano di chiacchiere nella speranza che in questo modo la malcapitata si interessi a loro. Ovviamente, questo tipo di approccio è totalmente sbagliato e non porta nulla di buono!

Per rendere una donna dipendente da te a livello emotivo dovrai generare in lei una certa gamma di emozioni. In definitiva, ciò che chiamiamo: “amore”, per le donne, altro non è che un gioco di emozioni e il tuo unico intento deve essere quello di generare in loro, passione, intrigo e fascinazione.

Per cui, sorprendila! Accendi il suo interesse per te tenendola col fiato sospeso. Lascia che si chieda sempre cosa succederà dopo… E’ proprio aspettando con ansia la tua prossima mossa che si convincerà di essere innamorata di te. Disorientala! Falle perdere il controllo! Confondila! Lascia che si sforzi di capire chi sei veramente!

Queste sensazioni si possono indurre facilmente e ti daranno modo di occupare porzioni sempre maggiori della sua mente portandola ad essere sempre più dipendente da te a livello emotivo.

In conclusione, per rendere una donna dipendente da te a livello emotivo, puoi fare esattamente come ti ho appena spiegato, oppure, puoi continuare a fare il “bravo ragazzo” e lasciare che lei rivolga il suo interesse altrove.

Non accontentarti perché meriti di più!

immagine-profilo-google-youtube

Bruno Sapelli (Esperto in Comunicazione verbale e non verbale).

CHI SONO E COSA FACCIO IN BREVE:

In qualità di Formatore, sostanzialmente mi occupo di facilitare i processi di Comunicazione interpersonale e come Pranoterapeuta, rendo di fatto, anche a livello energetico, più robusta e funzionale la relazione tra le persone, in famiglia, o in azienda.

COME PUOI CONTATTARMI:

Tel. +39 3479013343

E-mail:brunosapelliformatore@gmail.com

N.B. Inviando i Tuoi dati autorizzi espressamente il trattamento degli stessi ai sensi della legge D. Lgs 196/2003 e s.m.

P.S. Questo sito è contro lo spam e Tuoi dati verranno custoditi nel pieno rispetto della vigente normativa sulla Privacy e per nessun motivo verranno mai ceduti a terzi.

PSICOSEDUZIONE | Sortilegio d’amore

E’ sabato.

Tu, ti sei rasato.

Lei, si è depilata.

Tu, ti sei fatto la doccia.

Lei si è fatta il bagno.

Tu, hai messo la lozione dopo barba.

Lei, si è spruzzata un’intera boccetta di profumo.

Tu, sei andato in un locale per rimorchiare.

Lei, è entrata nello stesso locale per essere rimorchiata.

Tu, hai dato un’occhiata a 360 gradi e non ti sei assolutamente accorto della sua presenza.

Lei, ha dato una piccola occhiatina e si accorta di te già da 10 minuti.

Tu, cerchi di attaccare bottone con una di quelle sciacquette lasciate in disparte da tutti perché se la tirano a mille.

Lei, ti ha già timbrato in partenza come: “perfetto idiota”.

Ed ecco che si attua il “sortilegio”!

Infatti, a quel punto, in funzione delle sue aspettative, succede che cominci a comportarti in sua presenza proprio come un “perfetto idiota”.

Non preoccuparti, se ti sei riconosciuto perché succede a parecchi uomini.

E’ colpa del “sortilegio” di cui ti sto per parlare!

Viene chiamato: “principio di specularità”, o anche “principio delle aspettative”. In pratica, le donne hanno sempre un sacco di pregiudizi su ogni cosa ed uno di questi puoi star certo che riguarda pure te.

Purtroppo, cadi vittima di un sortilegio che si attua ogni volta che convalidi inconsapevolmente il pregiudizio che una donna ha nei tuoi confronti!

E’ come se l’opinione sballata che quella donna ha di te influenzasse in qualche modo tutte le tue azioni. Questo perché in sua presenza ti trovi ad agire inconsciamente proprio in funzione delle sue aspettative.

Se lei è convinta che tu sia un tipo timido, oppure, un tipo noioso, o peggio ancora, ti ritiene uno sfigato, puoi stare tranquillo che, con lei, senza nemmeno accorgertene, è proprio così che ti comporterai.

Ovviamente, detto principio può entrare in gioco in 1000 altre occasioni, magari, incontri una tua ex convinta che tu sia una nullità, e guarda caso, in sua presenza cominci a comportarti proprio come un fantoccio senza palle, anche facendo di tutto per evitarlo.

Altre volte, può esserti capitato di uscire con una ragazza che ti vedeva solo come un amico e tu, assecondando le sue aspettative, ti sei ritrovato ad iniziare con lei proprio una formale amicizia.

Potrei andare avanti in eterno ma sono sicuro che hai capito.

Ora, come si può fare per annullare questo terribile “sortilegio” messo in atto da ogni donna che incontri?

Sostanzialmente, devi riuscire ad interrompere gli schemi preconcetti che le donne spesso hanno nei confronti degli uomini e, piuttosto che lasciare che tale principio continui ad essere un ostacolo, sfruttare il “principio delle aspettative” a tuo vantaggio.

Per fare questo ci sono soltanto 2 opzioni: prestare la massima attenzione ai tuoi modelli di comunicazione verbale e non verbale e/o massimizzare immediatamente il tuo carisma sessuale.

Non accontentarti perché meriti di più!

immagine-profilo-google-youtube

Bruno Sapelli (Esperto in Comunicazione verbale e non verbale).

CHI SONO E COSA FACCIO IN BREVE:

In qualità di Formatore, sostanzialmente mi occupo di facilitare i processi di Comunicazione interpersonale e come Pranoterapeuta, rendo di fatto, anche a livello energetico, più robusta e funzionale la relazione tra le persone, in famiglia, o in azienda.

COME PUOI CONTATTARMI:

Tel. +39 3479013343

E-mail:brunosapelliformatore@gmail.com

N.B. Inviando i Tuoi dati autorizzi espressamente il trattamento degli stessi ai sensi della legge D. Lgs 196/2003 e s.m.

P.S. Questo sito è contro lo spam e Tuoi dati verranno custoditi nel pieno rispetto della vigente normativa sulla Privacy e per nessun motivo verranno mai ceduti a terzi.

PSICOSEDUZIONE | Distinguiti dalla massa

Se non vuoi finire subito tra i disperati che si comportano come zerbini pur di ottenere un briciolo di considerazione da una donna distinguiti subito dalla massa.

Tutto dipende da chi ha il controllo della situazione.

Se ti dimostri bisognoso della sua attenzione, fidati, perderai la partita!

Metti subito in chiaro la tua posizione di leadership fin dai primissimi istanti della conversazione altrimenti sei fregato!

Le persone coinvolte in una relazione devono sostenersi a vicenda, contribuendo entrambe al funzionamento del rapporto. Se cerchiamo invece di soddisfare le volontà e le esigenze di qualcun altro mettendo da parte noi stessi, le nostre volontà e le nostre esigenze per fare funzionare la relazione (qualunque relazione a partire da quella di coppia) ci ritroveremo sovraccaricati da un compito che non è il nostro perché nessuno può mai essere causa della felicità o dell’infelicità di un’altra persona, anche se spesso ne siamo più che convinti.

Induci lei a cercare la tua approvazione (non tu la sua) magari, facendoti offrire da bere.

Il fatto di tirare fuori il suo portafogli per offrirti da bere, susciterà in lei intrigo e interesse nei tuoi confronti, Considera che se una donna spende dei soldi (anche pochi) per un uomo, comincia a percepirlo istintivamente come dotato di “valore aggiunto” e questo la porterà, ad un livello inconscio, a sentirsi attratta da lui.

Seguendo la logica dovresti mostrarti solidale con lei ed essere d’accordo con lei, praticamente su tutto, peccato, però, che la logica non ti farà mai andare oltre la semplice amicizia. Meglio quindi un vivace scambio di battute che cominci a farti trovare davvero irresistibile.

Se impari a flirtare fuori dalla tua area di comfort, senza temere reazioni di disappunto, ti sarai distinto dalla massa e a quel punto lei sarà felice di donarsi a te.

Non accontentarti perché meriti di più!

immagine-profilo-google-youtube

Bruno Sapelli (Esperto in Comunicazione verbale e non verbale).

CHI SONO E COSA FACCIO IN BREVE:

In qualità di Formatore, sostanzialmente mi occupo di facilitare i processi di Comunicazione interpersonale e come Pranoterapeuta, rendo di fatto, anche a livello energetico, più robusta e funzionale la relazione tra le persone, in famiglia, o in azienda.

COME PUOI CONTATTARMI:

Tel. +39 3479013343

E-mail:brunosapelliformatore@gmail.com

N.B. Inviando i Tuoi dati autorizzi espressamente il trattamento degli stessi ai sensi della legge D. Lgs 196/2003 e s.m.

P.S. Questo sito è contro lo spam e Tuoi dati verranno custoditi nel pieno rispetto della vigente normativa sulla Privacy e per nessun motivo verranno mai ceduti a terzi.

[FriendZone] Non sai se ci sei finito dentro?

FriendZone

Per prima cosa, sappi che non sei né il primo, né l’ultimo a finirci dentro …

Personalmente, quando ero ragazzo, la “FriendZone” l’ho girata in lungo e in largo, e posso dire di conoscerla bene, motivo per cui nessuno meglio di me può farti da cicerone. 😉

Sai una cosa? Se siamo stati risucchiati dentro la “FriendZone” di una donna con tutte le scarpe, è facile che ci siano sfuggiti alcuni importanti segnali.

Vediamo insieme allora come ci siamo finiti.

Anche se si tratta di un termine inglese assai di moda negli ultimi tempi, molti potrebbero non sapere esattamente di cosa si tratta. Per cui, andiamo a vedere più da vicino.

La versione breve è che la “FriendZone” scatta quando ci si innamora di una persona che non ricambia il nostro interesse romantico o sessuale.

In pratica si finisce nella “zona di mezzo”, quando la persona che ci piace non percepisce i segnali che le lanciamo, oppure, li interpreta come semplici battute di spirito, o peggio ancora, li interpreta come normalissimi gesti di amicizia.

Mentre la versione elaborata dice che se ci siamo finiti dentro, con tutta probabilità abbiamo fatto una, o più, delle seguenti cose:

  • abbiamo risposto alla velocità della luce ad ogni suo messaggio, a qualunque ora del giorno e della notte;
  • l’abbiamo cercata sempre per primi;
  • l’abbiamo “martellata” continuamente con qualche nuova attività interessante da fare insieme;
  • ogni volta che l’abbiamo guardata ci siamo “illuminati” come un albero di Natale, senza prima aver creato una certa intimità fisica;
  • quando ci siamo avvicinati alla nostra Lei, non lo abbiamo fatto in modo deciso e sicuro;
  • nella nostra mente abbiamo progettato un futuro nel quale solo dopo abbiamo cercato di coinvolgere anche Lei;
  • le abbiamo lanciato soltanto complimenti velati;
  • abbiamo memorizzato ogni discorso parola per parola e ci siamo sentiti sempre iper-coinvolti anche durante la discussione più stupida e noiosa;
  • abbiamo fatto una spietata ironia su noi stessi per farla divertire, e per di più siamo stati eccessivamente disponibili nei suoi confronti;
  • ci siamo mostrati insicuri di noi stessi e non abbiamo mai flirtato con Lei in modo esplicito.

Certo:

  • probabilmente, avremmo dovuto accorgerci che eravamo finiti nella sua “FriendZone”, nel momento in cui Lei ha cominciato a parlare di “organizzare un incontro per noi” con una delle sue amiche;
  • probabilmente, avremmo dovuto accorgerci che eravamo finiti nella sua “FriendZone”, nel momento in cui Lei per descriverci con le sue amiche ha usato aggettivi come: “amichevole”, “adorabile”, “dolcissimo” (gli stessi in pratica che usa anche per descrivere il suo cane);
  • probabilmente, avremmo dovuto accorgerci che eravamo finiti nella sua “FriendZone”, nel momento in cui Lei risultava in evidente imbarazzo quando siamo usciti insieme per quello che soltanto noi abbiamo considerato “un appuntamento”;
  • probabilmente, avremmo dovuto accorgerci che eravamo finiti nella sua “FriendZone”, nel momento in cui Lei ci ha ripetuto in più di un’occasione la mitica frase: “sei un amico fantastico”;
  • probabilmente, avremmo dovuto accorgerci che eravamo finiti nella sua “FriendZone”, nel momento in cui, banalmente, le sue amiche ce lo hanno detto proprio in faccia che Lei non era interessata a noi;
  • probabilmente, avremmo dovuto accorgerci che eravamo finiti nella sua “FriendZone”, nel momento in cui Lei ha detto che non si sentiva affatto a disagio e ci ha spiattellato tutto di sé;
  • probabilmente, avremmo dovuto accorgerci che eravamo finiti nella sua “FriendZone”, nel momento in cui Lei, senza peli sulla lingua, ci ha raccontato della sua vita sentimentale e sessuale;
  • probabilmente, avremmo dovuto accorgerci che eravamo finiti nella sua “FriendZone”, nel momento in cui Lei ci ha chiesto di sbrigare tutte quelle “commissioni” che non avrebbe di certo chiesto ad un vero fidanzato;
  • probabilmente, avremmo dovuto accorgerci che eravamo finiti nella sua “FriendZone”, nel momento in cui Lei, quasi con noncuranza, si è svicolata da quel nostro abbraccio;
  • probabilmente, avremmo dovuto accorgerci che eravamo finiti nella sua “FriendZone”, nel momento in cui tentammo di metterle un braccio sulla spalla, e Lei si allontanò facendoci capire chiaramente che con non gradiva quel tipo di contatto.

Come abbiamo visto i campanelli d’allarme sono sempre piuttosto evidenti, ma chissà per quale strana ragione, chi finisce dentro la fatidica “FriendZone”, fatica a riconoscerli, così molti uomini, violando le regole della Seduzione, si ritrovano letteralmente risucchiati al suo interno, come ad esempio quando in discoteca incontrano la furbetta di turno che civetta con loro solo per poter beneficiare di alcuni vantaggi come un drink, un passaggio in auto, o per la compagnia nei suoi momenti di solitudine, e loro cominciano a elargire, senza che queste gliela diano mai.

Ovviamente, non è colpa Tua, né tanto meno Sua.

Tu, probabilmente non hai ancora appreso le regole (scritte e non scritte) in merito alla Seduzione, e Lei a buon diritto difende la Sua intimità.

E a proposito di quest’ultima, la parte difficile non è entrare nello spazio intimo di un’altra persona, ma permanerci.

Comunque, tornando a noi, spero Tu non abbia avuto la “brillante idea” di confessare alla Tua bella i Tuoi sentimenti per Lei (cosa che se non hai già fatto, Ti sconsiglio assolutamente di fare) perché scopriresti soltanto che quest’ultimo gesto disperato non farebbe altro che allontanarla ulteriormente da Te.

Alla meglio, la sentiresti propinarti la solita scusa, che è sempre quella che ha “paura di rovinare una così bella amicizia”, e con questa liquiderebbe la questione.

Oppure, come più spesso accade in questi casi, assisteresti al triste epilogo della “vostra amicizia”, tra imbarazzi, figuracce ed una spiacevole sensazione di disagio crescente.

Meglio allora chiamarsi fuori con la scusa di avere poco tempo da dedicarle. Chissà, magari, rimanendo in buoni rapporti, potresti un domani avere un’altra chance. E se farai tesoro dei consigli che trovi su questo sito, di certo quella chance non la sprecherai. 😉

Non accontentarti perché meriti di più!

immagine-profilo-google-youtube

Bruno Sapelli (Esperto in Comunicazione verbale e non verbale).

CHI SONO E COSA FACCIO IN BREVE:

In qualità di Formatore, sostanzialmente mi occupo di facilitare i processi di Comunicazione interpersonale e come Pranoterapeuta, rendo di fatto, anche a livello energetico, più robusta e funzionale la relazione tra le persone, in famiglia, o in azienda.

COME PUOI CONTATTARMI:

Tel. +39 3479013343

E-mail:brunosapelliformatore@gmail.com

N.B. Inviando i Tuoi dati autorizzi espressamente il trattamento degli stessi ai sensi della legge D. Lgs 196/2003 e s.m.

P.S. Questo sito è contro lo spam e Tuoi dati verranno custoditi nel pieno rispetto della vigente normativa sulla Privacy e per nessun motivo verranno mai ceduti a terzi.

Puoi farlo con tutte le ragazze che vuoi

puoi-farlo-con-tutte-le-ragazze-che-vuoi

… a patto, ovviamente, che Tu sappia come farlo.

Posso chiederti se hai mai avuto una storia d’amore per la quale hai lottato con tutte le Tue forze ma che alla fine è terminata comunque, senza che Tu potessi farci assolutamente nulla?

Oppure, se Ti sei mai ritrovato a vivere una storia d’amore che sapevi già essere fallimentare in partenza, perché tutti quanti (a parte Te, ovviamente) la davano come una storia senza speranze?

O ancora, se Ti senti ancora legato a una storia d’amore dalla quale sei uscito segnato per sempre, ma che anche se Ti ha fatto stare seriamente male, la rivorresti lo stesso?

Se ci sei passato anche Tu, forse, Ti sarai chiesto cosa ha causato tutto quell’inferno che hai dovuto vivere?

E io, una possibile risposta ce l’avrei, forse, hai permesso anche Tu che nel Tuo giardino interiore ci crescesse di tutto e di più!

Sai, non possiamo aspettarci di vedere sbocciare gemme di positività nella nostra vita se nella nostra mente non sono stati piantati i semi che possono dare vita a quei cambiamenti positivi che tanto desideriamo, o se permettiamo all’erbaccia di soffocare il nostro Secret Garden.

Ora per farti meglio comprendere Ti chiedo: immagina che ciò che vorresti ottenere da una ragazza (Amore, sesso, stima, fiducia, qualsiasi cosa), fosse come una nocciolina; sai bene che se fosse così, per ottenerla dovresti prima di ogni cosa, rompere il suo guscio.

Quindi, d’ora in poi, non puntare più scioccamente alla nocciolina, ma al guscio, e appena avrai trovato il modo per romperlo, è sicuro che otterrai la Tua nocciolina (qualunque cosa questo rappresenti per Te)!

Semplice, vero!?

Beh, non tanto, ad essere sinceri!

Perché il “guscio” di cui parlo io è quello in cui, in questo momento, sei racchiuso Tu!

Ma non preoccuparti, io sono qui per aiutarti, e insieme, Te lo assicuro, quel guscio che ora Ti sta impedendo di realizzare il Tuo desiderio, riusciremo facilmente a romperlo!

Non accontentarti perché meriti di più!

immagine-profilo-google-youtube

Bruno Sapelli (Esperto in Comunicazione verbale e non verbale).

CHI SONO E COSA FACCIO IN BREVE:

In qualità di Formatore, sostanzialmente mi occupo di facilitare i processi di Comunicazione interpersonale e come Pranoterapeuta, rendo di fatto, anche a livello energetico, più robusta e funzionale la relazione tra le persone, in famiglia, o in azienda.

COME PUOI CONTATTARMI:

Tel. +39 3479013343

E-mail:brunosapelliformatore@gmail.com

N.B. Inviando i Tuoi dati autorizzi espressamente il trattamento degli stessi ai sensi della legge D. Lgs 196/2003 e s.m.

P.S. Questo sito è contro lo spam e Tuoi dati verranno custoditi nel pieno rispetto della vigente normativa sulla Privacy e per nessun motivo verranno mai ceduti a terzi.